Brunello Di Montalcino sarà la protagonista assoluto, secondo le stime di James Suckling, nel mercato asiatico

24/01/2018

Brunello Di Montalcino sarà la protagonista assoluto, secondo le stime di James Suckling, nel mercato asiatico


Il vino Brunello di Montalcino si può considerare un ambasciatore italiano nel mondo, sopratutto in Cina

 

E' difficile,  quasi impossibile di incontrare una persona che non abbia sentito di parlare di Brunello di Montalcino, è diventato una delle “divinità” del pantheon del vino mondiale. James Suckling si è candidato ad essere il suo “profeta” in Asia. Si è stato investito tanto per promuovere il Brunello Di Montalcino in USA, raggiungendo degli ottimi risultati, ora sono maturati i tempi per promuovere di più il rosso toscano nei mercati asiatici. Oggi come oggi l'Italia solo in Cina rappresenta il 6% del mercato vinicolo, ma secondo le stime di James Suckling, in 5 anni si raggiungerà il 20% e il protagonista assoluta sarà il Brunello Di Montalcino che viene paragonato come "Marco Pollo" sulla "via Della Seta".

Queste sono le promesse fatte da James Suckling  nei giorni scorsi , ricordiamo che grazie al suddetto critico (in passato  il critico di Wine Spectator) che  il Brunello Di Montalcino è così tanto conosciuto, apprezzato ed affermato negli Stati Uniti e proprio  per questi meriti James Suckling ha ricevuto in Italia la “cittadinanza onoraria” dall’Amministrazione Comunale di un territorio blasonato del vino, come Montalcino.
Il mercato asiatico ci promette tanto, nonostante la crescita del 21% nel 2017 rispetto 2016 secondo Coldiretti, il mercato cinese per i produttori italiani è  poco performante e occorre investire ancora tanto.
James Suckling è convinto che in soli 5 anni si riesce ad arrivare ad un performance del 20% del mercato vinicolo e la protagonista sarà il famoso Brunello di Montalcino.